Accesso

Conferenza sul riconoscimento facciale e sul controllo della distanza sociale

Comunicazione

Newsletter del:
25.05.2020

Newsletter


“Riconoscimento facciale e controllo della distanza sociale post epidemia": è questo il titolo di una conferenza video sulla piattaforma Microsoft Teams che il Gruppo Cyber Sicuro del Cantone Ticino organizza giovedì 28 maggio dalle 17.00 alle 18.45. Ad affrontare il tema l'ing. Giuseppe Amato, responsabile del Gruppo di ricerca Artificial Intelligence and Multimedia Information Retrieval (AIMIR) del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa (CNR). Modererà l'incontro il professore della SUPSI, Dipartimento tecnologie innovative, Alessandro Trivilini, membro del Gruppo Cyber Sicuro.

Lo sviluppo degli algoritmi per il riconoscimento facciale ha raggiunto una maturità tale da poter essere adottato e implementato sia negli smartphone di ultima generazione, sia negli impianti smart per videosorveglianza e in altri dispositivi di uso comune. L'arrivo del COVID-19 ha messo in prima linea le soluzioni di analisi visuale per il riconoscimento facciale del volto di una persona quando indossa una mascherina di protezione. La comunità scientifica è al lavoro per sviluppare nuovi algoritmi di riconoscimento facciale in presenza di mascherine di protezione e per il controllo del rispetto della distanza sociale tra persone (attraverso i loro volti) nei luoghi pubblici.

Il Gruppo Cyber Sicuro del Cantone Ticino ha deciso di tematizzare l'argomento vista la sua attualità, organizzando un evento in video conferenza a cui il pubblico può partecipare gratuitamente (previa iscrizione al sito www.cybersicuro.ch ), utilizzando la piattaforma Microsoft Team. La conferenza vedrà la partecipazione straordinaria dell'ing. Giuseppe Amato, responsabile del Gruppo di ricerca Artificial Intelligence and Multimedia Information Retrieval (AIMIR) del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa (CNR). Il viaggio-intervista sarà condotto da Alessandro Trivilini, membro del Gruppo Cyber Sicuro. Ulteriori dettagli sul sito www.cybersicuro.ch

 

Nota per i media: le giornaliste e i giornalisti possono liberamente partecipare alla video conferenza, iscrivendosi attraverso il sito www.cybersicuro.ch . Vi è la possibilità di interagire con il relatore, ponendo le vostre domande