Accesso

Iperconnessi: perché i ragazzi oggi crescono meno ribelli, più tolleranti, meno felici e impreparati a diventare adulti

Sussidi didattici

Newsletter del:
05.03.2020

Newsletter


Iperconnessi: perché i ragazzi oggi crescono meno ribelli, più tolleranti, meno felici e del tutto impreparati a diventare adulti

Jean M. Twenge ; trad. di Ortensia Scilla Teobaldi. - Torino : Einaudi, 2018. - 388 p. - (Einaudi Stile libero Extra) - ISBN: 978-88-06-23856-8

La tesi di Jean M. Twenge è semplice ma rivoluzionaria: i ragazzi non sono più quelli di un tempo. Sono nati negli anni zero del Duemila, sono cresciuti costantemente connessi, immersi negli smartphone (iPhone in particolare) e nei social network. La rete ha preso il sopravvento sui rapporti faccia a faccia e i giovani di oggi sono più aperti e più attenti delle precedenti generazioni, ma anche più ansiosi e infelici. E sono immaturi, infantili: non bevono, usano meno droghe e fanno meno sesso, ma sono anche meno pronti ad affrontare la vita reale, al punto di essere sull’orlo della peggior crisi esistenziale di sempre.

Verifica la disponibilità