Accesso

Premio Lions Ceresio SUPSI-DFA: premiati due lavori di diploma

Comunicazione

Newsletter del:
07.10.2021

Newsletter


​​​Dal 1988 il Lions Club Ceresio premia i migliori lavori di diploma elaborati nell’ambito della formazione all’insegnamento, presentati in passato alla Scuola Magistrale, poi all’Alta Scuola Pedagogica e ora al Dipartimento formazione e apprendimento (DFA) della SUPSI.

Per l’anno scolastico 2020/2021 è stato attribuito un premio ai due lavori di diploma seguenti.


Premio scuola dell‘infanzia

“Il mio corpo: tra parole e movimento”, Ilaria Sarinelli, livello prescolastico.

Relatori Flavio Rossi e Simone Storni. Lo sviluppo delle competenze motorie, del linguaggio e della consapevolezza corporea è un processo che accompagna l’individuo nel corso della sua esistenza e che gli permette di conoscere il proprio schema corporeo. Con questa ricerca, proposta ad un gruppo di 5 bambini della Scuola dell’Infanzia, si studia l’introduzione di attività motorie rivolte all’allenamento di 4 schemi motori di base (correre, saltare, rotolare e stare in equilibrio) per mezzo dell’utilizzo di carte gioco raffiguranti degli animali allo scopo di stimolare la consapevolezza del proprio schema corporeo in movimento, la riflessione metacognitiva della propria azione corporea (autovalutazione) e il lessico adeguato per parlare di ciò. Queste attività vengono proposte facendo riferimento alla teoria e all’applicazione della motricità, agli assunti della consapevolezza corporea e agli stadi di sviluppo del linguaggio. Tramite l’analisi dei test motori tratti dal MOBAK – SI e delle interviste personali, si valuta quantitativamente e qualitativamente la validità della proposta didattica. I risultati rilevano una percettibile evoluzione lessicale e di consapevolezza e una discreta evoluzione motoria negli allievi, dimostrando l’efficacia del percorso didattico. Quest’indagine potrebbe risultare perciò da preambolo per studiare dettagliatamente la proposta di queste attività alla Scuola dell’Infanzia.


Premio scuola elementare

“La scatola dei ricordi…”, Deborah Sereni livello elementare.

Relatore: Gabriele Piffaretti. Il presente lavoro intende indagare il fenomeno migratorio attraverso l’impiego del laboratorio storico, al fine di sviluppare nel bambino una maggiore sensibilità al contesto in cui vive, promuovendo così un’educazione alla cittadinanza. La tematica scelta si lega alla storia famigliare della sottoscritta e in particolar modo al mio bisnonno Vittore Rigozzi (1884-1940), emigrato in America nel 1925 per far fortuna e mantenere la sua famiglia. L’indagine, il confronto diretto con le fonti storiche e la loro manipolazione sono alla base di una didattica attiva, che consente di indagare il fenomeno dell’emigrazione. I bambini, calandosi nei panni di uno “storico”, diventano protagonisti attivi nella costruzione del sapere, sviluppando una miglior comprensione del presente. La ricerca di parenti emigrati permette inoltre di valorizzare la propria storia famigliare.

Tutti i lavori sono consultabili sul sito https://tesi.supsi.ch.​