Accesso
Misure sanitarie durante l’orario scolastico. Quando e come se ne deve occupare la scuola?

​Un allievo che soffre di asma? Un allievo con la febbre in classe? Dei genitori che chiedono di somministrare l’antibiotico a pranzo? Un allievo con un’allergia accertata alle arachidi? Queste sono solo alcune delle situazioni che si presentano con una certa regolarità nelle scuole e per le quali viene frequentemente chiesto l’intervento del docente.

Nella scuola di ogni ordine e grado di norma non è prevista l’esecuzione di prestazioni di tipo sanitario (es. somministrazione di farmaci, modifiche di dieta). Vi sono però alcune eccezioni in cui è assolutamente necessario adottare provvedimenti sanitari. Vi sono, infatti, allievi che a causa di una malattia cronica (es. allergia, asma, celiachia, diabete, epilessia) hanno bisogno di ricevere cure anche durante l’orario scolastico. Un allievo con una malattia cronica deve essere accolto in modo che il suo stato di salute non comprometta una scolarizzazione serena e che gli garantisca la possibilità di beneficiare di pari opportunità. Diversa è la situazione per l’allievo che si presenta a scuola con una malattia acuta (es. febbre, vomito, diarrea, ecc.): è bene che rimanga al domicilio (o, se già a scuola, che sia rinviato al domicilio al più presto) sia per consentirgli di essere curato in un ambiente adeguato sia per garantire un buon funzionamento della classe.

A partire dall’anno scolastico 2017/18 entrano in vigore:

- la Direttiva sull’adozione di provvedimenti sanitari da parte di docenti e altro personale nella scuola di ogni ordine e grado che fornisce indicazioni sul comportamento da adottare con allievi che presentano bisogni sanitari specifici durante l’orario scolastico;

- il Progetto di accoglienza individualizzato (PAI), strumento da utilizzare al momento della richiesta da parte della famiglia di adottare misure sanitarie a scuola, realizzato secondo i criteri presenti nella Direttiva.

Il Servizio di medicina scolastica è a disposizione per informazioni di carattere generale sul tema, per aspetti puntuali legati a una situazione concreta ci si può rivolgere al medico scolastico designato per la propria sede.

L’insieme della documentazione sulle direttive e sul PAI è consultabile nel portale ScuolaLab.​





Repubblica e Cantone Ticino

Portale curato dal Centro di risorse didattiche e digitali