Accesso
Premio Lions Ceresio SUPSI-DFA: premiati due lavori di diploma

Dal 1988 il Lions Club Ceresio premia i migliori lavori di diploma elaborati nell’ambito della formazione all’insegnamento, presentati in passato alla Scuola Magistrale, poi all’Alta Scuola Pedagogica e ora al Dipartimento formazione e apprendimento (DFA) della SUPSI.

Per l’anno scolastico 2016/17 è stato attribuito un premio ai due lavori di diploma seguenti:

Michela Bettoni (scuola elementare)
Te lo voglio far capire!

La tesi rappresenta un ottimo e originale lavoro di analisi e di riflessione su uno dei processi chiave menzionati dal nuovo Piano di studio della scuola dell’obbligo ticinese, la comunicazione e l’argomentazione in matematica. Il lavoro è volto ad indagare come un allievo di prima elementare elabora e rappresenta spontaneamente un messaggio per comunicare dei dati numerici, nel modo che ritiene più adatto ed efficace per dei destinatari di età inferiore, uguale o maggiore alla sua. Attraverso un approfondito esame dei protocolli e delle interviste individuali, la studentessa è riuscita a interpretare le convinzioni e le motivazioni degli alunni riguardo le scelte alla base delle differenti rappresentazioni. Tale indagine ha offerto un singolare quadro sulla sensibilità dei bambini a considerare le possibili disparità di conoscenze che intercorrono tra gli interlocutori e interessanti spunti didattici sull’uso spontaneo di diversi registri.


Sofia Franscella (scuola dell’infanzia)
Corrispondenza biunivoca ‘a tavolino’ e nell'attività motoria. Abilità matematiche in relazione al movimento corporeo

La tesi presenta un’attenta e profonda analisi delle strategie e delle difficoltà emerse in bambini di scuola dell’infanzia durante lo svolgimento di due diverse situazioni di corrispondenza biunivoca gestite ‘a tavolino’. I bambini che avevano inizialmente riscontrato delle difficoltà nelle due situazioni, hanno successivamente migliorato le loro prestazioni per mezzo di attività motorie sulla corrispondenza biunivoca, progettate e realizzare con creatività e competenza dalla studentessa. La tesi rappresenta quindi un esempio di profonda interconnessione tra due discipline solo all’apparenza distanti, la matematica e la motricità, e ha messo in evidenza come il contributo di più sguardi possa arricchire l’apprendimento degli allievi. In tutto il percorso di tesi la studentessa ha dimostrato grande capacità di analisi, desiderio di comprendere i processi di insegnamento/apprendimento e un’ottima competenza didattica.​





Repubblica e Cantone Ticino

Portale curato dal Centro di risorse didattiche e digitali