Accesso
Che cosa manca in Ticino?

Comunicazione

Newsletter del:
07.02.2019

Newsletter


​​​Lanciata dal Comitato organizzativo del Consiglio Cantonale dei Giovani in coincidenza con l'apertura delle iscrizioni alla sessione 2019, la campagna Che cosa manca in Ticino?, realizzata in collaborazione con il progetto engage.ch della Federazione Svizzera dei Parlamenti dei Giovani (FSPG), rappresenta una delle novità della 19° edizione.

Quest'anno si è voluto offrire ai giovani di tutto il Cantone la possibilità di decidere quali temi avrebbero voluto veder trattati nel corso dell'edizione, in modo da essere, da un lato, più vicini alle reali esigenze dei giovani e, dall'altro, per permettere ai ragazzi di dibattere su argomenti che stanno loro a cuore, formulando e portando avanti una proposta, la quale sarà in seguito posta all'attenzione del Consiglio di Stato, per cambiare il Ticino.

La campagna è condotta tramite delle cartoline postali sul retro delle quali è possibile formulare una proposta e/o iscriversi al Consiglio. Sul sito internet ​www.engage.​ch/ccg è ugualmente possibile formulare una proposta ed iscriversi alla 19° sessione del Consiglio Cantonale dei Giovani.

Al Consiglio possono partecipare tutti i giovani residenti dal 15° al 19° anno di età. La sessione 2019 del Consiglio Cantonale dei Giovani si articolerà su tre giornate. Nel corso della prima, prevista il 30 marzo 2019, si svolgeranno dei dibattiti ed in seguito verranno formati dei gruppi di lavoro, allo scopo di formulare delle proposte concrete.

La seconda giornata sarà invece dedicata all'approvazione della risoluzione all'attenzione del Consiglio di Stato e si terrà in data 10 maggio 2019 nell'Aula del Gran Consiglio a Bellinzona.

Il 27 settembre 2019 si terrà invece una terza ed ultima giornata, anch'essa nell'Aula del Gran Consiglio, dedicata questa volta alla discussione con una rappresentanza del Consiglio di Stato, a proposito delle risposte formulate alla risoluzione.

Il Consiglio Cantonale dei Giovani si pone lo scopo, attraverso le proprie attività, di avvicinare i giovani alla conoscenza del meccanismo democratico e di formare, attraverso l'esperienza, dei cittadini consapevoli ed interessati. Il tutto è organizzato da giovani e volto a coinvolgere i coetanei in un'esperienza interessante e formativa, che allo stesso tempa possa risultare piacevole e portare dei risultati concreti, visibili e vicini agli interessi giovanili sul nostro territorio.





Repubblica e Cantone Ticino

Portale curato dal Centro di risorse didattiche e digitali