Accesso
Tecnologie e media: quaderno didattico "un film in un fotogramma" (one-frame movie)

Agenda

Newsletter del:
21.02.2019

Newsletter


Il Laboratorio Tecnologie e media in educazione del DFA ha pubblicato il primo quaderno didattico nato dall'esperienza di One-frame Movie, i laboratori estivi di creatività digitale che hanno guidato tanti ragazzi a vivere da protagonisti il Locarno Festival dal 2013 al 2017, confluita poi nei Movies&Media Labs di Locarno Kids.

Il quaderno, scaricabile gratuitamente in formato PDF e accompagnato da diversi materiali didattici, presenta una sfida, un percorso didattico, una porta di ingresso nel mondo dell'immagine, del cinema e del web, con l'obiettivo di aiutare gli allievi a conoscere meglio la tecnologia che abbiamo in tasca e a imparare a usarla in maniera sana, creativa e utile.
One-frame Movie è un itinerario di educazione all'immagine e alle tecnologie dedicato a chi ha un telefonino in tasca, sviluppato da Luca Botturi e Margo Geronimi Stoll, con la collaborazione di alcune docenti di Educazione visiva. I giovani, e anche i giovanissimi, vivono anche immersi nelle immagini: sullo schermo del telefonino o del computer, sui cartelloni pubblicitari, sulle riviste, sugli autobus e sui treni – dappertutto il canale visivo è saturato da immagini. Come portarli, in modo coinvolgente, a imparare a leggere fino in fondo le immagini che consumano e a valutarne la qualità, i significati espressi e impliciti? Come aiutarli a difendersi da immagini opportune e stimolarli a produrre immagini in maniera critica ed espressiva?
Il quaderno didattico, che presenta una ventina di attività organizzate in un itinerario coerente e flessibile, è scaricabile gratuitamente, insieme a diversi materiali didattici, all'indirizzo:
www.oneframemovie.supsi.ch/one-frame-movie/
Entro l'estate saranno pubblicati a breve altri tre quaderni didattici, con altrettanti percorsi di educazione ai media e alle tecnologie, nati dall'esperienza di One-frame Movie.





Repubblica e Cantone Ticino

Portale curato dal Centro di risorse didattiche e digitali