Accesso

Incontriamo il cinema: itinerario sul cinema​

Visione del film “vado a scuola”, di Pascal Plisson

Giovedì 7 novembre visione del film-documentario al Cinestar di Lugano.

In classe, ripresa del film.

Il messaggio comunicativo

Fare delle domande ai bambini, per riflettere sul significato del film.

- Quali sentimenti ti ha suscitato questo film?

- Secondo te qual è il messaggio che vuole trasmettere il regista?

- Cosa pensi dei ragazzi protagonisti del film?

- Quale momento della storia ti è piaciuto di più? Perché?

Incollare sul quaderno lo spezzone della critica trovato sul Corriere del Ticino, leggerlo e discuterlo insieme e porre un’ultima domanda:

- Quale significato ha per te la scuola?

La parte tecnica

La prima inquadratura: ricordare con i bambini qual è la prima immagine che appare nel film. Chiedere loro quali informazioni si possono trarre dalla prima inqu​adratura (ambientazione, protagonista, povertà)
Esempio.
Esempio 2

Far individuare le 4 storie raccontate dal film e dare a ciascuna un titolo.

Descrivere i personaggi principali con l’uso di aggettivi che li caratterizzino (fare dei gruppi misti tra III e V).

Analizzare 4 elementi del film, descriverli e per ciascuno di loro fare una conclusione:

a) Ambienti (case, strade, scuola, villaggio)

b) Oggetti (contenitore per l’acqua, cavallo, scarpe, gallina, sedia a rotelle)

c)  Musica/effetti speciali (tanta musica, fondamentale)

d)  Dialoghi (minimi, non fondamentali)

Conclusione: racconta tu il tragitto che percorri per venire a scuola e fai un commento finale.

Costruire la carta di identità del film, sul modello eseguito per L’arrivo di un treno alla stazione di La Ciotat (data, luogo, soggetto, durata, autore).







Repubblica e Cantone Ticino

Portale curato dal Centro di risorse didattiche e digitali