Accesso

Ricerca




Menu principale

Navigazione


Scienze naturali (3° ciclo)

Modello di competenza


Versione PDF: Scienze naturali (3° ciclo)


L’insegnamento delle scienze naturali deve fornire agli allievi degli strumenti che consentano loro di sviluppare a poco a poco una propria autonomia cognitiva e conoscitiva. Comprendere significa acquisire la competenza di stabilire dei legami e delle relazioni tra le varie componenti della conoscenza, evitando di limitarsi al semplice accumulo delle informazioni: riuscire ad andare oltre alla pura ripetizione nozionistica deve quindi essere un obiettivo irrinunciabile. Si tratta di permettere all’allievo di acquisire precocemente una consapevolezza della struttura dei concetti relativi alla descrizione e alla comprensione dei processi naturali e tecnici.

L’intreccio tra ambiti di competenza e processi chiave comuni ai diversi cicli della scolarità obbligatoria, come illustrato graficamente dalla tabella sottostante, permette di promuovere e orientare una pratica didattica indirizzata verso lo sviluppo progressivo delle capacità da parte dell’allievo di mobilitare le proprie risorse personali nell’affrontare compiti di complessità crescente.


Figura 26

Modellocompetenza per le scienze naturali

Modello di competenza - scienze  

Ambiti di competenza

Gli ambiti di competenza definiscono le aree tematiche di conoscenza e abilità entro le quali andranno costruiti, sviluppati e esercitati progressivamente i processi chiave del modello di competenza. Essi sono stati scelti in modo da permettere all’allievo di mettere a fuoco, lungo tutto il percorso della scuola dell’obbligo, quelle che sono le relazioni significative che intercorrono tra gli elementi che contribuiscono a definire il mondo di cui egli stesso è parte integrante.
La trattazione di questi temi dovrà essere affrontata tenendo conto della motivazione dell’allievo. Essi andranno dunque sempre contestualizzati rispetto a situazioni che siano rilevanti per la riflessione critica e lo sviluppo di un senso di responsabilità verso se stessi, gli altri e l’ambiente in cui tutti noi viviamo.

Gli ambiti di competenza sono:


Ecosistemi ed esseri viventi

Ha lo scopo di promuovere una visione del vivente (uomo compreso) di tipo integrato che faccia leva su definite caratteristiche distintive e ne studi gli adattamenti in relazione alle funzioni vitali fondamentali (nutrizione, riproduzione, gestione dell’informazione). Questa visione viene ampliata in modo da reinvestire i medesimi strumenti concettuali per costruire una visione sistemica della Natura. La trattazione, muovendo da strutture e funzioni fondamentali, analizza gli adattamenti osservati a tutti i livelli di complessità (dalla cellula, all’essere vivente, alla popolazione, all’ecosistema), attraverso un approccio sperimentale. Mediante indagini e misure si costruiscono così modelli con l’obiettivo di mettere in luce gli elementi più importanti e le relazioni che tra essi intercorrono.


Materia e sue trasformazioni

Prende in esame il mondo materiale; questo ambito vuole introdurre l’allievo ai principi e alle leggi che descrivono le sostanze in rapporto alle loro proprietà, alla loro struttura e alle loro trasformazioni, gettando così le basi disciplinari per la comprensione delle problematiche connesse con la produzione, l’utilizzo e lo smaltimento dei vari materiali, siano essi naturali o artificiali. Esso vuole inoltre offrire all’allievo la possibilità di confrontarsi con modalità di lavoro e di ragionamento tipici della Chimica e fornire le conoscenze disciplinari necessarie per la comprensione dei processi chimici nella Natura, nell’ambiente, nella tecnica e nella vita di tutti i giorni.


Tecnica e società

Esamina e descrive il ruolo dell’energia nella nostra società e vuole introdurre l’allievo ai principi e alle leggi che descrivono i fenomeni meccanici, elettrici, termici, alle proprietà delle rispettive grandezze estensive e intensive e alla loro relazione con l’energia. L’allievo sarà sensibilizzato ad una riflessione per un utilizzo sostenibile delle fonti di energia e ai problemi connessi. L’ambito vuole inoltre offrire all’allievo la possibilità di confrontarsi con modalità di lavoro e di ragionamento tipiche della Fisica e fornire le conoscenze disciplinari necessarie per la comprensione dei processi fisici nella Natura, nell’ambiente, nella tecnica e nella vita di tutti i giorni.


Processi chiave

I processi chiave definiscono le attitudini da sviluppare nell’ottica di un’indagine del reale ispirata ad un approccio scientifico supportato da adeguato rigore metodologico e pertinenti strumenti di indagine. In questo contesto la scienza non andrà vista come rappresentazione del mondo ma come rappresentazione della nostra immagine del mondo: la conoscenza scientifica va interpretata come frutto della mente umana, esito della formalizzazione di immagini mentali e delle astrazioni che vengono ricavate dall’esperienza. Da un punto di vista didattico, i concetti, i modelli, le teorie non sono offerti come oggetti preconfezionati, ma saranno fatti riconoscere, differenziare ed esplicitare dagli allievi a partire dal loro modo di ragionare quotidiano favorendo e promuovendo così un’educazione scientifica adeguata alla vita personale e alla cittadinanza responsabile.

I processi chiave sono:

Domandare e indagare

Si tratta di costruire adeguati strumenti sia concettuali che metodologici per promuovere interesse, curiosità e creatività, nonché per consolidare nell’allievo l’autostima necessaria per condurre con rigore piccole attività di ricerca.

Utilizzare informazioni

Si tratta di fare in modo che l’allievo disponga di strumenti che lo aiutino a gestire l’informazione in modo critico e responsabile.


Strutturare e modellizzare

Si tratta di fare in modo che l’allievo disponga di strumenti atti a promuovere una organizzazione del proprio sapere funzionale ad una modellizzazione dei fenomeni indagati coerente con le evidenze sperimentali a disposizione.


Valutare e giudicare
 
Si tratta di fare in modo che l’allievo esca da una dimensione autoreferenziale e sviluppi un atteggiamento critico e socialmente responsabile.


Rielaborare e comunicare
 
Si tratta di fare in modo che l’allievo sappia riflettere in modo critico, costruttivo e propositivo sul proprio operato e acquisisca strumenti per poter condividere con altri le proprie idee.







Repubblica e Cantone Ticino

Portale curato dal Centro di risorse didattiche e digitali