Accesso

Ricerca




Menu principale

Navigazione


Scienze naturali (3° ciclo)

Relazioni con i contesti di Formazione generale


Versione PDF: Scienze naturali (3° ciclo)


L’indagine scientifica odierna è un’impresa fondata sulla multidisciplinarità dove biologia, chimica e fisica interagiscono attivamente con l’ingegneria e le scienze informatiche per creare nuovi saperi e nuove tecnologie. La disciplina scienze naturali nella scuola dell’obbligo cerca di rispondere alle esigenze di innovazione poste dalle problematiche tipiche della società moderna proponendo all’allievo l’esplorazione e l’utilizzo di una varietà di strumenti tecnologici. Con questi ultimi sarà possibile rappresentare la realtà tramite modelli predittivi ideati e costruiti dagli allievi. Infine non verrà tralasciato lo sviluppo della capacità di comunicare scientificamente (mediante l’uso di grafici e tabelle) condividendo le informazioni e i dati in rete. Possiamo ritrovare il contesto di Formazione generale relativo alla tecnologia nell’ambito di competenza tecnica e società.

L’allievo poi adolescente che frequenta la scuola dell’obbligo ha diritto ad uno sviluppo armonioso che ne favorisca il benessere fisico e psichico. Le scienze naturali rappresentano un ambito disciplinare ideale per sviluppare interesse, curiosità e responsabilità verso il proprio corpo, imparando sperimentalmente a conoscerne i limiti e le possibilità. Anche l’ambiente in cui si cresce contribuisce in modo essenziale al benessere della persona. Verranno dunque curati gli aspetti di responsabilità verso la natura imparando a conoscerne i limiti in relazione alle attività umane, nonché le conseguenze di queste attività sul benessere individuale e collettivo. Si cercherà di fare il possibile per sviluppare insieme agli allievi delle politiche consapevoli che permettano di raggiungere l’obiettivo di una vita pienamente soddisfacente e in armonia con la natura, nell’ottica di uno sviluppo sostenibile. Il contesto di Formazione generale relativo a salute e benessere è qui chiaramente riconoscibile nell’ambito di competenza ecosistemi ed esseri viventi.

Il bambino è portato a sviluppare progettualità e ingegnosità, specie se stimolato da un ambiente ricco di opportunità di apprendere e confrontarsi. Queste qualità verranno coltivate durante tutta la scolarità obbligatoria, poiché favoriscono la flessibilità mentale che è il fondamento per il progresso della scienza e in definitiva della società. Affrontando in modo sempre più approfondito ed autonomo tematiche relative al benessere e allo sviluppo sostenibile, l’allievo acquisisce responsabilità e capacità di affrontare scelte in modo informato. Egli è così portato ad esplorare nuove possibilità mettendo a frutto i propri talenti nell’ottica di dare in futuro il proprio contributo ad una società più equa, rispettosa dell’ambiente e capace di soddisfare positivamente il diritto al benessere di tutti. Il contesto di Formazione generale scelte e progetti personali è affrontato nell’ambito di competenza materia e sue trasformazioni nonché tecnica e società.

I fenomeni oggetto di studio delle scienze naturali sono spesso di natura complessa ed hanno il loro impatto sia su scala globale che su scala locale. L’allievo durante la scolarità obbligatoria mantiene uno sguardo aperto sul mondo ma esercita al contempo le proprie competenze soprattutto in relazione alla realtà del territorio. Sarà dunque essenziale lavorare a stretto contatto con gli enti locali, nazionali e internazionali i quali potranno essere una preziosa fonte di informazioni e di dati, la cui analisi e discussione critica potrà essere il motore ideale per esercitare in futuro i propri diritti di cittadino in modo costruttivo e propositivo. Verrà fatto il possibile per favorire la partecipazione e lo sviluppo di progetti che abbiano una ricaduta concreta sul territorio e sulla scuola stessa. Risulta qui riconoscibile il contesto di Formazione generale vivere assieme ed educazione alla cittadinanza, il quale può essere affrontato in tutti e tre gli ambiti di competenza: ecosistemi ed esseri viventi, materia e sue trasformazioni nonché tecnica e società.

La società odierna è caratterizzata da intensi flussi di materie prime e produzione di beni materiali. Questo bilancio contribuisce a mettere sotto pressione il capitale ambientale sia in termini di capacità produttiva che in riferimento alla disponibilità di ambienti adatti a supportare lo sviluppo della comunità umana. È per questo che la scuola dell’obbligo deve impegnarsi per formare dei futuri cittadini che non siano solo in grado di relazionarsi con i problemi attuali ma che siano anche in grado di immaginare soluzioni nuove per il futuro. Temi quali, ad esempio, la gestione del territorio, delle fonti energetiche e delle materie prime, l’approvvigionamento idrico, la produzione di cibo sono rilevanti poiché hanno un impatto dichiarato sugli stili di consumo e sulla natura delle scelte dei cittadini di domani. La disciplina scienze naturali mirerà a sviluppare gli strumenti concettuali adatti per confrontarsi con queste realtà complesse considerandole nella loro totalità e dinamicità e in tal modo potrà contribuire a forgiare un pensiero critico, propositivo e responsabile.
L’ambito di competenza materia e sue trasformazioni nonché tecnica e società può contribuire a sviluppare il contesto di Formazione generale denominato contesto economico e consumi.







Repubblica e Cantone Ticino

Portale curato dal Centro di risorse didattiche e digitali