Accesso

Il senso dei percorsi didattici


I percorsi didattici presentati in questo sito sono il frutto dei laboratori didattici “Progettare per competenze” legati all’implementazione del nuovo Piano di studio della scuola dell’obbligo ticinese e organizzati in collaborazione con il Dipartimento formazione e apprendimento (DFA) della SUPSI. All’interno di questi laboratori didattici, docenti dei tre ordini scolastici hanno elaborato dei percorsi didattici sotto forma di “prototipo progettuale”.

Per ogni disciplina del Piano di studio presente in continuità sui tre cicli e per le due dimensioni Competenze trasversali e Formazione generale si presentano tre percorsi didattici, uno per ogni ciclo; questa scelta ha l’obiettivo di facilitare la lettura della continuità disciplinare sui tre cicli. Per le discipline presenti unicamente nel terzo ciclo si propone invece un unico percorso.
I materiali di questa raccolta vogliono rappresentare un esempio di percorsi progettati all’interno dei laboratori e sperimentati nelle classi rispetto ai quali, oltre ad una descrizione del percorso svolto, si descrivono possibilità di sviluppo, individuando punti forti e anche critici di quanto proposto. Spesso i materiali comprendono una serie di lezioni articolate in un percorso didattico che sviluppa e approfondisce un traguardo di apprendimento/competenza. Si tratta di una presentazione sintetica e riferita al contesto in cui sono stati sperimentati. Ai destinatari di questi percorsi, in vista del loro utilizzo, spetta il compito di adattarli agli allievi della propria classe, al proprio contesto, di rivedere tempi, ritmi e scelte metodologiche in funzione delle proprie priorità d’insegnamento e delle caratteristiche della classe in cui verranno proposti.

Nei documenti presentati si trovano le descrizioni dei percorsi, esse sono state redatte seguendo uno stesso modello (spesso richiamato con il termine Format) che prevede la struttura seguente :

​​







Repubblica e Cantone Ticino

Portale curato dal Centro di risorse didattiche e digitali