Accesso

​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​Italiano

Giochi di società e videogiochi (Ita2c)

​​
Ciclo di riferimento: secondo​​​​
​​

Secondo il Piano di studio “l’insegnamento linguistico costituisce un elemento centrale nella formazione di ogni allievo della scuola dell’obbligo e, di conseguenza, di ogni cittadino, in quanto il pieno sviluppo della competenza linguistica è la premessa all’inserimento dell’individuo in un preciso contesto sociale, storico e culturale” (PdS, p.95). In quest’ottica le abilità linguistiche, sia ricettive che produttive, trovano un terreno di grande sperimentazione nell’argomentazione, che permette di sviluppare le competenze comunicative, ma anche di accedere al patrimonio culturale e al sapere.

Il testo argomentativo aiuta l’allievo a “consolidare l’attitudine a discutere e a tenere conto delle opinioni altrui” (PdS, p.108) cominciando a formulare opinioni sulla realtà che lo circonda. È proprio dalla quotidianità e da situazioni vicine al vissuto e all’interesse dell’allievo che la pratica didattica può essere costruita: portandolo ad argomentare su aspetti che lo riguardano da vicino.

Il ruolo del docente, all’interno delle attività proposte, è basilare. Partire dalla pratica quotidiana per costruire le situazioni problema più pregnanti richiede infatti una buona conoscenza del gruppo classe e una forte capacità di adattamento. È necessario saper scegliere, tra le situazioni che si manifestano, quelle più significative che potrebbero aiutare l’allievo a sviluppare quelle conoscenze e quelle abilità coinvolte nel processo dell’argomentazione.

Nel caso specifico questo documento presenta un confronto tra i giochi di società e i videogiochi. Questo è il punto di partenza scelto per accogliere punti di vista differenti dal proprio e per riconoscere nelle parole altrui nuovi sguardi. L’itinerario, proposto agli allievi di V elementare, ha pure l’intento di “sviluppare nell’allievo un senso critico, etico ed estetico nei confronti delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione” (PdS, p.44).


​​







Repubblica e Cantone Ticino

Portale curato dal Centro di risorse didattiche e digitali