Accesso


Servizio di sostegno pedagogico

Segnalazioni librarie


Autore: Laura ponsini
Titolo: L'adozione va a scuola strumenti pratici per insegnanti, operatori e genitori
ISBN: 979-12-200-3786-0

Sito ufficiale: www.spazioadozione.org


ATiMuSe


ATiMuSe

Associazione Ticinese Mutismo Selettivo

Sito ufficiale: www.atimuse.ch

E-mail: info(at)atimuse.ch


ATiMuSe

Alcuni opuscoli di Radix su adolescenti in casa e cyberdipendenze

Radix - Ciberdipendenza
Radix - Gioco online Chattare
Radix - Internet dipendenze
Radix - Nuove tecnologie


Copertina opuscoli di Radix su adolescenti in casa e cyberdipendenze

Titolo: BES a scuola. I 7 punti chiave per una didattica inclusiva
Edizione: ERICKSON
ISBN: 9788859008057
Pubblicazione: 01/03/2015


Presentazione
:
Frutto del lavoro dei maggiori esperti del settore, grazie alla sua impostazione teorico-operativa, la Guida BES a scuola illustra, in 7 punti chiave, i principi di una didattica inclusiva volta a migliorare le condizioni di apprendimento degli alunni con qualsiasi tipo di Bisogno Educativo Speciale, nonché di tutti gli studenti del gruppo classe.
A ogni punto chiave è dedicato un capitolo del volume:
1. La risorsa compagni di classe
2. L’adattamento come strategia inclusiva
3. Strategie logico-visive, mappe e aiuti visivi
4. Processi cognitivi e stili di apprendimento
5. Metacognizione e metodo di studio
6. Emozioni e variabili psicologiche nell’apprendimento
7. Valutazione, verifica e feedback.

Copertina BES a scuola. I 7 punti chiave per una didattica inclusiva

Autore: Giacomo Stella

Titolo: Tutta un'altra scuola! Quella di oggi ha i giorni contati
Edzione: Giunti
ISBN: 9788809823815
Pubblicazione: 2016


Presentazione
:
“A scuola non stanno male solo gli scolari o gli studenti. Ci sono anche molti insegnanti che stanno male, hanno gli stessi sintomi dei loro studenti: vanno a scuola malvolentieri, restano spesso a casa, sono frustrati e a volte si sentono un po' perseguitati dal dirigente o dalle famiglie” Con una lucida diagnosi dell'esperienza formativa più importante della nostra vita, Giacomo Stella individua le ragioni che hanno reso la scuola un contenitore del crescente disagio di allievi, insegnanti, famiglie.
La scuola non funziona. Bisogna trasformarla. Cominciando a eliminare il voto come unità di misura delle competenze, a cambiare il modo in cui si insegna e si impara, a trovare un uso adeguato delle tecnologie digitali, a saper gestire i deficit di apprendimento... Stella ha una proposta precisa: trasformare la classe in una comunità di discussione e di confronto in cui il docente non è più un oracolo che fornisce risposte o soluzioni, ma indirizza gli allievi alla ricerca individuale e collettiva del sapere.
È una scelta che richiede misure coraggiose ed efficaci: niente più compiti a casa, un sistema di valutazione che cancelli la paura di sbagliare, sollecitare gli studenti al lavoro in gruppo, liberarli dalla tirannia del look alla moda, diffondere un modello di conoscenza con l'aiuto dell'informatica. Eliminiamo la cattedra come monumento immobile davanti allo schieramento dei banchi e diamo a bambini e ragazzi gli strumenti per ragionare e affrontare il mondo che li aspetta.

Copertina Tutta un'altra scuola! Quella di oggi ha i giorni contati

Autore: Dario Ianes, Sofia Cramerotti (a cura di)

Titolo: Compresenza didattica inclusiva
Indicazioni metodologiche e modelli operativi di co-teaching
ISBN: 9788859006114
Pubblicazione: 01/09/2015


Presentazione
:
La compresenza è una risorsa preziosa per realizzare una didattica realmente inclusiva, promuovere gli apprendimenti e offrire esperienze formative significative. I docenti ne hanno ben chiari i vantaggi e i benefici, ma spesso la considerano un’utopia, un progetto importante ma difficile da attuare, anche a causa della scarsità di risorse. Questo libro dimostra invece che realizzare una compresenza didattica è possibile. A questo scopo, la prima parte, teorico-metodologica, affronta:

  • il valore strategico della compresenza ai fini dell’inclusione;
  • i diversi modelli di co-teaching e una serie di strumenti per la loro attuazione in classe (questionari, format, griglie di valutazione);
  • il contesto normativo italiano in cui attuare la compresenza.
La seconda parte, invece, più pratica e operativa, dà voce a 11 esperienze di compresenza attuate nella scuola italiana, di cui:
  • 1 nella scuola dell’infanzia
  • 6 nella scuola primaria
  • 3 nella scuola secondaria di I grado
  • 1 nella scuola secondaria di II grado

Video di 33 minuti

Copertina Compresenza didattica inclusiva

Autore: Mario Di Pietro, Elena Bassi

Titolo: L'intervento cognitivo-comportamentale per l'età evolutiva
Strumenti di valutazione e tecniche per il trattamento
ISBN: 9788859004257


Presentazione
:
Benché l’intervento cognitivo-comportamentale sia un approccio ormai ampiamente diffuso per una vasta gamma di problematiche, risulta ancora piuttosto difficile, per chi voglia applicarlo nel lavoro con bambini e ragazzi, individuare le procedure più efficaci da attuare per indurre un cambiamento cognitivo, ossia la trasformazione di modi di pensare nocivi e controproducenti. Lo scopo di questo volume — nato dalla pluriennale esperienza clinica degli autori in questo campo — è appunto quello di fornire una guida pratica sugli interventi di matrice cognitivo-comportamentale con soggetti in età evolutiva dall’approccio al caso all’assessment al trattamento. Basato sui risultati della ricerca scientifica e concentrato su tecniche di comprovata efficacia, il libro predilige un taglio operativo, nel tentativo di offrire modelli e strumenti applicabili in vari contesti: nel counseling, in un setting clinico o psicoeducativo, nell’ambito della psicologia scolastica e nel parent training con gruppi di genitori. Il CD-ROM allegato contiene 15 questionari con le istruzioni per la loro somministrazione e interpretazione, 56 schede da utilizzare direttamente con i bambini e gli adolescenti, 44 schede per i genitori e il parent training.

Copertina L'intervento cognitivo-comportamentale per l'età evolutiva

Autore: Gianluca Daffi (a cura di)

Titolo: Gli alunni con Funzionamento Intellettivo Limite
Teorie, intervento didattico e proposte operative
ISBN: 9788859009733
Pubblicazione: 01/11/2015


Presentazione
:
Fra gli alunni che incontrano quotidianamente difficoltà a scuola, si richiama oggi l’attenzione su coloro che, pur non rientrando in nessuna categoria diagnostica specifica, presentano potenzialità cognitive ai limiti della norma, con ricadute sull’autostima, il senso di autoefficacia e la motivazione al compito. Il volume, in linea con la normativa vigente, individua nella scuola la protagonista del riconoscimento e della presa in carico degli studenti con Funzionamento Intellettivo Limite (FIL) e offre un contributo teorico e operativo per favorirne l’integrazione. Dopo un quadro introduttivo del profilo di funzionamento e dei bisogni educativi di questi soggetti, il libro si focalizza sull’inquadramento nel sistema di classificazione ICF, per poi, infine, proporre suggerimenti operativi per la gestione e l’integrazione degli alunni con FIL nella classe: stesura del PDP, strategie didattiche compensative, facilitazioni dei processi di pensiero e dei materiali di studio, modalità di valutazione. Diretto agli insegnanti di ogni ordine e grado, il libro si propone l’obiettivo di trasmettere agli operatori le conoscenze e le competenze necessarie per un intervento adeguato ed efficace.

Copertina Gli alunni con Funzionamento Intellettivo Limite

Autore: Di Campli-Marzari, Fitze-Rossi, Zanella-Martini,

Titolo: La dislessia nel quadro dei disturbi specifici di apprendimento nella scuola media
Editore: UIM, maggio 2015


Presentazione
:
La dislessia fa parte del più ampio quadro dei Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA), che comprendono anche disortografia, discalculia e disgrafia.

Scarica il documento

Copertina La dislessia nel quadro dei disturbi specifici di apprendimento nella scuola media

Autore: Pietropolli Charmet Gustavo, Marcazzan Alessandra

Titolo: Piercing e tatuaggio. Manipolazioni del corpo in adolescenza
Editore: Franco Angeli (2000)


Presentazione
:
Qual è il significato che i ragazzi di circa 16 anni attribuiscono al piercing e al tatuaggio? Quali sono le ragioni profonde, affettive e relazionali, che giustificano l’esplosione di questa moda. Il corpo dipinto, forato attraverso il piercing, il tatuaggio ed altre manipolazioni affini, esprime un’intenzione comunicativa, la cui forza è testimoniata dalla violenza stessa di queste pratiche. Il senso del messaggio rischia tuttavia di rimanere oscuro agli adulti, che mancano degli strumenti per decodificarlo. Questo saggio vuol mettere a disposizione del mondo adulto un’analisi psicologica approfondita delle opinioni dei sedicenni, delle descrizioni delle loro esperienze, delle argomentazioni portate a favore o contro tali pratiche.

Copertina Piercing e tatuaggio. Manipolazioni del corpo in adolescenza


Autore: Pietropolli Charmet Gustavo, Piotti Antonio

Titolo: Uccidersi. Il tentativo di suicidio in adolescenza
Editore: Cortina Raffaello (2009)


Presentazione
:
Perché un adolescente può desiderare la morte? Gli autori indagano il rapporto tra suicidio e narcisismo nei “nuovi” adolescenti, insieme fragili e spavaldi, a partire da riflessioni che coinvolgono importanti mutamenti culturali dalle conseguenze ancora imprevedibili. Il testo si articola in due parti. Nella prima, la questione del desiderio di morte nei giovani viene affrontata nel contesto delle teorie psicoanalitiche evolutive: si individuano i fattori che facilitano l’ideazione suicidaria e si descrivono le dinamiche delle fantasie autodistruttive (fragilità narcisistica, mancata mentalizzazione del corpo, percezione di un ostacolo insormontabile, vendetta). Nella seconda parte si evidenzia come il modello di intervento proposto sia basato sul coinvolgimento, nella presa in carico, del contesto di vita degli adolescenti, in particolare del padre e della madre. Si analizzano le peculiarità del dialogo con chi ha deciso di darsi la morte e le questioni riguardanti il trattamento di preadolescenti o di adolescenti problematici; infine, si affronta il delicato tema dei colloqui con i parenti dei giovani suicidi. Un testo di grandissima utilità per i genitori, gli insegnanti, gli educatori e tutti i professionisti della salute mentale che si occupano di adolescenti.

Copertina Uccidersi. Il tentativo di suicidio in adolescenza

Autore: Menès Martine psicoanalista

Titolo: Il bambino e il sapere. Da dove viene il desiderio di apprendere?
Editore: La Scuola

Menès Martine: psicoanalista, Scuola di Psicoanalisi FCL-France, Responsabile della Rete Internazionale Infanzia e Psicoanalisi (REP), insegna al Collegio Clinico di Parigi e di Roma. Ha già pubblicato in Italia Un Trauma Benefico: «La nevrosi infantile» (2011)

Presentazione:
Il bambino deve imparare a conoscere l’ambiente e a saperlo utilizzare per il suo benessere. Ma ogni apprendimento sarebbe impossibile senza il “desiderio di sapere”. Martine Menès ci spiega come nasce e come si mantiene questa spinta. Poiché il desiderio ha una storia, che accompagna le tappe dello sviluppo psichico, se l’instabilità, l’inibizione, l’angoscia, disturbano il bambino quando deve mettere in gioco le competenze indispensabili allo studio, è spesso perché il corso di questa storia ha incontrato ostacoli. Gli imprevisti del percorso di un bambino, le sue interazioni con l’ambiente, i suoi incontri con l’ordinaria imperfezione degli adulti che egli credeva onnipotenti, influiscono tanto sul suo sviluppo affettivo quanto sul suo funzionamento intellettivo. Martine Menès, tenendo presente l’indispensabile contributo della psicoanalisi e l’aiuto che questa può offrire nel rilanciare il desiderio, apre una strada nuova nella ricerca sulle dinamiche dell’apprendimento.

Sommario

Che cos’è il rapporto al sapere? - La nascita del soggetto desiderante (sapere) - La curiosità non è un brutto difetto - Destini della spinta verso il sapere - Che cos’è apprendere? - Il sapere è da prendere

Copertina Il bambino e il sapere. Da dove viene il desiderio di apprendere?

Autore: Dario Ianes

Titolo: L'evoluzione dell'insegnante di sostegno / Verso una didattica inclusiva
ISBN: 978-88-590-0435-6


Presentazione:
I 110.000 insegnanti di sostegno presenti nella scuola italiana sono stati una figura professionale importante per il contributo che hanno dato all’integrazione scolastica degli alunni con disabilità negli ultimi quasi quarant’anni. Ma oggi l’integrazione scolastica è sempre più in difficoltà, gli stessi docenti di sostegno sono spesso insoddisfatti e, con loro, molte famiglie di alunni con disabilità.
Partendo da queste considerazioni, il libro propone una tesi shock per realizzare compiutamente i valori di equità e partecipazione che sono alla base dell’integrazione scolastica e che l’hanno ispirata: superare radicalmente la figura professionale «speciale» dell’insegnante di sostegno come è oggi, trasformandola profondamente. È possibile pensare a una scuola più inclusiva senza gli insegnanti di sostegno come siamo abituati a vederli e senza tagliare organici, ma anzi investendo fortemente in inclusione?
Una scuola inclusiva ha bisogno di più docenti «normali» in compresenza, di organico funzionale e di «peer tutor», insegnanti specializzati esperti itineranti che aiutino in modo concreto i colleghi curricolari. In questo modo tutto il corpo docente diventerebbe il vero protagonista responsabile dell’integrazione, senza più delegarla a qualcuno.

Copertina L'evoluzione dell'insegnante di sostegno / Verso una didattica inclusiva

Autori: Gather Thurler, M. & Maulini O.

Titolo: Enseigner : un métier sous contrôle ? Entre autonomie professionnelle et normalisation du travail
Editore: ESF Editeur
Pubblicazione: febbraio 2014
EAN13: 9782710126010


Descrizione:
Il commento di Philippe Meirieu
Le contrôle du travail des enseignants est, dans nos sociétés, éminemment problématique : les intéressés craignent d’être contrôlés, les contribuables ne comprendraient point qu’ils ne le soient pas ; les premiers pensent que leur métier n’est guère compatible avec un système de surveillance technocratique, les seconds expliquent que l’importance de la tâche qui est confiée aux enseignants impose une évaluation rigoureuse à laquelle, d’ailleurs, nul métier n’échappe aujourd’hui.
Et que disent les chercheurs qui travaillent sur cette question ? Que le moins que l’on puisse faire, c’est de poser la question. Qu’il faut regarder de près ce que « contrôler » veut dire et comment cela se passe ailleurs dans le monde. Qu’il est normal de suspecter le contrôle, important de se demander comment l’on pourrait s’en passer, mais nécessaire de ne pas se payer d’illusions. Et qu’il faut s’interroger pour savoir quelle forme de « contrôle » peut contribuer au développement des compétences professionnelles des personnes comme au meilleur fonctionnement de l’institution scolaire.
C’est ainsi que le présent ouvrage s’attaque, sans tabou, à une question clé. Écrit par des chercheurs de différents pays, il brosse un tableau très complet des pratiques et s’interroge sur les moyens de mettre en place une meilleure régulation de nos écoles pour une meilleure réussite de nos élèves. Même si les choses ne sont pas simples et si les solutions, là comme ailleurs, ne préexistent pas aux problèmes… Avec une grande clarté et un propos incisif, ce livre ouvre et fait avancer un nécessaire débat. Son apport est décisif.

Copertina Enseigner : un métier sous contrôle ? Entre autonomie professionnelle et normalisation du travail

Autore: Jean-Pierre Pourtois, Huguette Desmet

Titolo: L' educazione postmoderna
Editore: Edizioni del Cerro
Pubblicazione: 2007
ISBN: 9788882162634


Descrizione:
La società contemporanea è pervasa da crisi, rotture, disordini; tuttavia, altre caratteristiche fanno da contrappeso a queste: la ricerca dell'eccellenza, della qualità, della performance. Di fronte a queste pressioni, quali pratiche educative risultano equilibrate ed efficaci? Che cosa vogliamo per gli adulti di domani? Bisogna puntare all'emancipazione dell'individuo o alla sua integrazione nel gruppo? Dobbiamo costruire un uomo libero (e individualista) o un uomo sociale? Il testo si propone di teorizzare una pedagogia postmoderna che, avvalendosi dei differenti approcci pedagogici contemporanei (integrandoli piuttosto che facendone degli antagonisti), si conformi alle richieste della modernità.

Un commento da parte di Gauthier Vanhouwe
La recherche scientifique en éducation s'est une fois de plus admirablement exprimée au travers de cette troisième édition de "l'éducation postmoderne". Les chercheurs, Jean-Pierre Pourtois et Huguette Desmet sont devenus non seulement d'importants écrivains, des scientifiques, mais aussi des personnes qui ont compris qu'ils travaillaient avec de l'humain et sur de l'humain. Ils nous apprennent à gérer les incertitudes du monde moderne sachant que le peuple, lui, est en quête de certitudes - même si elles devraient être prématurément mauvaises. Jean-Pierre Pourtois et Huguette Desmet réussissent un travail formidable en synthétisant les formes de pédagogies les plus exemplaires et essentielles aux yeux du formateur de terrain et du pédagogue. Dans ces pédagogies, leurs besoins sous-jacents, qu'ils exploitent dans le détail aussi bien au niveau social que familial. Enfin, les auteurs s'attachent à définir de matière complète une notion très dangeureuse aujourd'hui: le beau, le vrai et le bien. Les chercheurs nous proposent des techniques afin de cerner des concepts "bateaux" (si ces concepts sont utilisés n'importe comment). Certes, "l'éducation Postmoderne" n'est pas un livre de chevet mais est un outil pour le parent, l'enseignant, le formateur, le pédagogue, le psychologue et tout scientifique qui aime apprendre et mettre du sens sur son apprentissage.

Copertina L' educazione postmoderna


Autore: Dario Ianes, Vanessa Macchia

Titolo: La didattica per i Bisogni Educativi Speciali
Editore: Erikson
Pubblicazione: 1010.2008
ISBN: 978-88-6137-293-1
Prezzo: 17.55 euro


Descrizione:
Per evolvere le nostre prassi di integrazione degli alunni con disabilità nelle forme più compiute dell'inclusione dobbiamo ragionare nei termini più ampi (e più equi) di "alunni con Bisogni Educativi Speciali", alunni cioè che incontrano varie barriere (bio-psico-sociali) al loro apprendimento e alla loro partecipazione. Il primo tema affrontato dagli autori è come leggere e comprendere tali bisogni, fondando l'analisi sul modello antropologico e sugli ambiti di sviluppo dell'ICF dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. Dopo aver letto i bisogni occorre però saper favorire gli apprendimenti e la partecipazione in modi efficaci, soprattutto in situazioni complesse. Questa è la parte più ampia del libro, in cui viene presentato nel dettaglio un approccio di "didattica speciale" che si fonda sulle dimensioni relazionali, affettive, della "speciale normalità" e della micromediazione didattica. Su questa base vengono proposte strategie di insegnamento che coinvolgono attivamente i compagni di classe, quelle che sviluppano l'autoregolazione metacognitiva e comportamentale, che adattano gli obiettivi curricolari e il materiale normale di apprendimento e che intervengono secondo modalità psicoeducative positive sui comportamenti problema. Il CD-ROM allegato al volume contiene più di 100 articoli, in PDF stampabili, pubblicati negli ultimi cinque anni sulla rivista "Difficoltà di Apprendimento" e sui relativi supplementi "Difficoltà in Matematica" e "Disturbi dell'Attenzione e Iperattività".

Copertina La didattica per i Bisogni Educativi Speciali

Autore: Miguel Benasayag, Gérard Schmit

Titolo: L'epoca delle passioni tristi
Editore: Feltrinelli, 2005, 129 p.


Descrizione:
Gli autori di questo libro sono due psichiatri che operano nel campo dell’infanzia e dell’adolescenza. Preoccupati dalla richiesta crescente di aiuto rivolta loro, hanno voluto interrogarsi sulla reale entità e sulle cause di un apparente massiccio diffondersi delle patologie psichiatriche tra i giovani. Un viaggio che li ha condotti alla scoperta di un malessere diffuso, di una tristezza che attraversa tutte le fasce sociali. Viviamo in un’epoca dominata da quelle che Spinosa chiamava le “passioni tristi”: un senso pervasivo di impotenza e incertezza che ci porta a rinchiuderci in noi stessi, a vivere il mondo come una minaccia, alla quale bisogna rispondere “armando” i nostri figli. I problemi dei più giovani sono il segno visibile della crisi della cultura moderna occidentale fondata sulla promessa del futuro come redenzione laica. Si continua a educarli come se questa crisi non esistesse, ma la fede nel progresso è stata ormai sostituita dal futuro cupo, dalla brutalità che identifica la libertà con il dominio di sé, del proprio ambiente, degli altri. Tutto deve servire a qualcosa e questo utilitarismo si riverbera sui più giovani e li plasma. Per uscire da questo vicolo cieco occorre riscoprire la gioia del fare disinteressato, dell’utilità dell’inutile, del piacere di coltivare i propri talenti senza fini immediati. È un invito rivolto a tutti, ma che assume preciso valore terapeutico per quanti, professionalmente, siano chiamati a rispondere al disagio giovanile: un invito ad aprire nuove piste per nuove pratiche cliniche.

Vedi anche la recensione da parte di U. Garimberti su la Repubblica.

Copertina L'epoca delle passioni tristi

Autore: Brisch Karl H.

Titolo: Disturbi dell'attaccamento. Dalla teoria alla terapia
Editore: Fioriti
Anno:12/5/1999
ISBN: 8887319863
ISBN-13: 9788887319866


Descrizione:
Karl Heinz Brisch dimostra chiaramente come la teoria dell'attaccamento di Bowlby possa essere impiegata nella prassi clinica. Dopo uno sguardo di insieme agli aspetti principali della teoria dell'attaccamento, Brisch sviluppa un modello e una classificazione delle diverse forme dei disturbi dell'attaccamento, prendendo in considerazione fasce di età differenti, dai neonati ai bambini in età infantile e fino agli adulti. Basandosi su numerosi casi tratti dalla pratica reale, egli dimostra come si possa applicare un approccio orientato all'attaccamento in diverse situazioni – ambulatoriali, ospedaliere o in collaborazione con pediatri e ginecologi – e dà vita a un modello prezioso per diagnosticare e trattare i disturbi psichici da una nuova prospettiva. Inoltre, quest'approccio si rivela utile in campo pedagogico, dove può aprire più ampie prospettive di assistenza.

Copertina Disturbi dell'attaccamento. Dalla teoria alla terapia


Autore: Grazia Attili

Titolo: Attaccamento e costruzione evoluzionistica della mente Normalità, patologia, terapia
Editore:Cortina Raffaello
Anno:12/5/1999
EAN: 9788860301284

(ndr. ottima sintesi della teoria dell’attaccamento di Bowlby della pratica clinica)


Descrizione:
La mente è caratterizzata da una intelligenza che la selezione naturale ha reso funzionale alla gestione delle relazioni affettive e sociali. Lo sviluppo normale delle facoltà mentali è però possibile solo se l’individuo è inserito, fin dalle prime fasi della vita, in relazioni di accudimento fondate sul soddisfacimento del bisogno di essere protetto. Gravi carenze nelle cure o l’assenza di una figura con funzioni materne alterano i processi cognitivi e sono all’origine dei disturbi della personalità, visti, in linea con la lettura del DSM-IV da parte di chi utilizza la teoria di Bowlby, come disturbi dell’attaccamento. L’autrice illustra poi i principali strumenti di valutazione dell’attaccamento infantile e adulto e le tecniche psicoterapeutiche, finora poco utilizzate in ambito clinico, che promuovono un’adeguata regolazione delle emozioni attraverso il ripristino dei sistemi cognitivi resi deficitari dalle prime esperienze affettive. Un manuale sull’attaccamento originale e completo.

Copertina Attaccamento e costruzione evoluzionistica della mente Normalità, patologia, terapia

Autore: Bedard, Gagnon, Lacroix, Pellerin

Titolo: Modele d'apprentissage et d'intervention – Lles styles d'apprentissage Tome 1
Editore:Ed. Psychocognition bglp, 2002
Anno:2002
Prezzo: $can 44.95 - ISBN: 9782980779015
ISBN: 2-85008-330-5


Descrizione:
Les auteurs se sont appuyés sur la synthèse pratique de leur connaissance des diverses sciences cognitives, psychologiques et neuropsychologiques et sur l'expérimentation pour concevoir leur Modèle d'apprentissage et d'intervention psychopédagogique: ouvrage en trois tomes.

Le premier tome Les styles d'apprentissage:
* présente le Modèle dans son ensemble
* décrit les systèmes de représentation verbale et non verbale
* explique les procédés de traitement de l'information séquentiel et simultané
* illustre les principales caractéristiques de chacun des styles d'apprentissage
* permet de reconnaître, pour soi ou les autres, les tendances dominantes de penser, de se comporter et d'entrer en relation avec l'entourage, le milieu de travail, le milieu familial, le milieu scolaire, etc.
* aide à découvrir ses tendances au niveau du savoir-être et du savoir-faire
* donne les moyens d'établir et de commencer à exploiter le profil cognitif, affectif, sociologique et psychologique

De plus, ce premier tome contient:
* de nombreux tableaux présentant les caractéristiques principales de chacun des quatre styles d'apprentissage et facilitant les observations pratiques
* des exemples de faits vécus concrétisant la théorie
* des guides d'intervention sur soi ou sur les autres
* un test pour enfant
* un test pour adolescent et adulte


Il testo è a disposizione del SSP, chiedere a Daniele Lucchini: daniele.lucchini@edu.ti.ch

Copertina Modele d'apprentissage et d'intervention – Lles styles d'apprentissage Tome 1


Autore: M. Brotini

Titolo: Le difficoltà di apprendimento - Come affrontare disgrafie, disortografie, dislessie, discalculie
Editore: Chronique sociale, Lyon
Anno: 1998
Prezzo: € 16.50 - ISBN: 88-8216-027-0
ISBN: -


Descrizione
:

Oggi sono numerosi gli alunni che incontrano difficoltà di apprendimento del linguaggio scritto. Per queste ragioni è molto importante informare correttamente gli operatori - e primi fra tutti gli Insegnanti - che debbono saper riconoscere questi disturbi fin dalle prime avvisaglie, e saper mettere in atto interventi efficaci e tempestivi.

Un'opera come questa ha il grande merito di suggerire metodi e tecniche applicative con ricche esemplificazioni, ma anche il merito di mantenere un'ottica equilibrata nell'approccio a questi bambini per evitare tecnicismi sterili e fuorvianti e privilegiare sempre gli aspetti globali della personalità, spesso di fatto trascurati o mal compresi nella scuola. In questo volume, giunto alla 5 a edizione, si presenta un quadro ampio di indicazioni utili, per affrontare concretamente e correttamente le questioni che riguardano: i criteri e gli strumenti di valutazione, le modalità di intervento per la prevenzione e la rieducazione sia in ordine ai disturbi specifici che alle difficoltà generiche di apprendimento.

Copertina Le difficoltà di apprendimento - Come affrontare disgrafie, disortografie, dislessie, discalculie

Autore: Xavier Papillon

Titolo: Gérer la classe, une compétence à développer
Editore: Chronique sociale, Lyon
Anno: 2003
Prezzo: € 20
ISBN: -


Descrizione
:

Gérer la classe : une compétence à développer. La gestion de la classe est une compétence clé pour l'enseignant confronté aux évolutions de l'environnement scolaire, des élèves et des besoins en matière d'éducation, d'enseignement et de formation. Formé comme un spécialiste d'une discipline, il est amené à devenir également un expert de l'intervention éducative en milieu scolaire. La compétence à gérer la classe devient un élément de cette expertise en évoluant d'une simple volonté de maîtrise et de contrôle vers un art de la régulation des situations de classe. Cet ouvrage aborde six dimensions de la gestion de la classe - gérer le groupe-classe, - gérer les élèves et leurs comportements, - gérer les situations d'apprentissage, - gérer le travail des élèves, - gérer le projet pédagogique de la classe, - gérer les contenus d'enseignement. Outil de formation initiale et continue des personnels d'éducation et d'enseignement, il engage le lecteur dans une démarche réflexive à partir d'études de cas, de prises de hauteur et de modélisations, de transposition dans les situations individuelles d'exercice. Outil de professionnalisation, il propose de nombreux modèles de compréhension et d'action illustrés d'exemples concrets pour vous aider dans la résolution de problèmes professionnels - passer d'un rassemblement de jeunes à un groupe-classe, - gérer les problèmes de discipline et les conflits, - mobiliser la classe sur un projet d'apprentissage, - gérer l'activité d'apprendre dans la classe, - redéfinir le projet pédagogique de la classe, - mobiliser la classe sur les savoirs enseignés.

Copertina Gérer la classe, une compétence à développer

Autore: A. Martini

Titolo: Le difficoltà di apprendimento della lingua scritta - Criteri di diagnosi e indirizzi di trattamento
Editore
: Del Cerro
Anno: 1999
Prezzo: € 16.50
ISBN: -


Descrizione
:

L'obiettivo principale di questo lavoro è quello di fornire precisi orientamenti per la individuazione dei disturbi di apprendimento della lingua scritta (lettura e scrittura), partendo da un'ottica prevalentemente clinica.
L'Autore, che svolge da molti anni attività di ricerca nell'ambito del laboratorio di "Fisiopatologia delle funzioni cognitive e dell'apprendimento" dell'Istituto Scientifico "Stella Maris", offre infatti agli operatori interessati (neuropsichiatri infantili, psicologi, terapisti, insegnanti specializzati) utili indicazioni atte ad effettuare l'inquadramento diagnostico e la definizione del percorso educativo/riabilitativo. In Appendice è riportato il materiale diagnostico completo di cui l'Editore autorizza la fotoriproduzione a fini professionali.

Contenuti:
* La fonologia del linguaggio
* L'acquisizione della lingua scritta
* La clinica del disturbo di apprendimento della lingua scritta
* Protocollo di valutazione del livello di apprendimento della lingua scritta
* Il piano riabilitativo
* Casi clinici

Copertina Le difficoltà di apprendimento della lingua scritta - Criteri di diagnosi e indirizzi di trattamento

Autore: Biancardi Andrea; Milano Gianna

Titolo: Quando un bambino non sa leggere. Vincere la dislessia e i disturbi dell'apprendimento
Editore
: Rizzoli
Anno: 2003, 320 p., brossura, 3 ed.
Prezzo: € 15.00
ISBN: -


Descrizione
:

Perché un bambino intelligente non riesce a leggere e scrivere come gli altri? Come riconoscere il suo problema e aiutarlo a trovare la sua strada? La dislessia, come la disgrafia, la disortografia e la discalculia, rientra nei cosiddetti disturbi di apprendimento, che variano molto per intensità e per natura e spesso si manifestano insieme. La scienza non offre una spiegazione univoca a tali disturbi e non sempre giunge a una diagnosi. È facile confondere i sintomi con la semplice pigrizia, o attribuirne la causa a problemi familiari ed emotivi. E così è facile che a trionfare sia il senso di colpa, del bambino e dei familiari. Vincere la dislessia, per i due autori, è possibile. Occorre, però, prima di tutto conoscerla.

Copertina Quando un bambino non sa leggere. Vincere la dislessia e i disturbi dell'apprendimento


Autore: Daniel Pennac

Titolo: Diario di scuola
Editore
: Feltrinelli
Anno: 2Febbraio 2008
Prezzo: € 16.00
ISBN: -


Descrizione
:

Diario di scuola affronta il grande tema della scuola dal punto di vista degli alunni. In verità dicendo “alunni” si dice qualcosa di troppo vago: qui è in gioco il punto di vista degli “sfaticati”, dei “fannulloni”, degli “scavezzacollo”, dei “cattivi soggetti”, insomma di quelli che vanno male a scuola. Pennac, ex somaro lui stesso, studia questa figura popolare e ampiamente diffusa dandogli nobiltà, restituendogli anche il peso d'angoscia e di dolore che gli appartiene. Il libro mescola ricordi autobiografici e riflessioni sulla pedagogia, sulle universali disfunzioni dell'istituto scolastico, sul ruolo dei genitori e della famiglia, sulla devastazione introdotta dal giovanilismo, sul ruolo della televisione e di tutte le declinazioni dei media contemporanei. E da questo rovistare nel “mal di scuola” che attraversa con vitalissima continuità i vagabondaggi narrativi di Pennac vediamo anche spuntare una non mai sedata sete di sapere e d'imparare che contrariamente ai più triti luoghi comuni, anima – secondo Pennac – i giovani di oggi come quelli di ieri. Con la solita verve, l'autore della saga dei Malaussène movimenta riflessioni e affondi teorici con episodi buffi o toccanti, e colloca la nozione di amore, così ferocemente avversata, al centro della relazione pedagogica.

Copertina Diario di scuola

Autore: Postic Marcel

Titolo: La relazione educativa. Oltre il rapporto maestro-scolaro
Editore:Armando (collana I problemi dell'educazione)
Anno: 1994, 216 p
Prezzo: € 16.00
ISBN: -


Descrizione
: --

Copertina La relazione educativa. Oltre il rapporto maestro-scolaro

Autore: Imarisio Marco

Titolo: Mal di scuola
Editore
: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
Anno: 2007, 191 p.
Prezzo: € 9.80
ISBN: -


Descrizione
:

Per la scuola italiana sono anni difficili. Se si prende in esame soltanto l'ultimo periodo, ci si accorge di quanto ne si è letto sulle pagine sbagliate, quelle di cronaca (con una progressiva e allarmante deriva verso la "nera"). Le sfide aumentano e la scuola sembra perderle tutte, smarrendo insieme la propria credibilità e il poco che resta del prestigio istituzionale che dovrebbe contraddistinguerla. Gli insegnanti, identificati come gli artefici e le vittime di questo fallimento, sono impegnati a destreggiarsi tra studenti sempre più difficili da capire e coinvolgere, obblighi ministeriali spesso poco comprensibili e genitori a volte ostili. È attraverso i loro occhi e le loro storie, dense di speranze, delusioni, aspettative e frustrazioni, che Marco Imarisio, spostandosi di città in città, scuola dopo scuola, docente dopo docente, dipinge il quadro critico del sistema scolastico, e dell'Italia, di oggi.

Copertina Mal di scuola

Autore: Fiorenza Andrea; Nardone Giorgio

Titolo: L' intervento strategico nei contesti educativi. Comunicazione e problem-solving per i problemi scolastici
Editore
: Giuffré editore, Milano
Anno: -
Prezzo: € 9.30
ISBN: -


Descrizione
: --

Copertina L' intervento strategico nei contesti educativi. Comunicazione e problem-solving per i problemi scolastici

Autore: Autore: AA.VV.
Titolo: L'animazione a scuola - Accoglienza, apprendimento comunicazione
Editore
: Gruppo Abele, Torino
Anno: -
Prezzo: € 7.75
ISBN: -


Descrizione
: --

Copertina L'animazione a scuola - Accoglienza, apprendimento comunicazione

Autore: Mel Levine

Titolo: I bambini non sono pigri. Come stimolare la voglia di studiare
Editore
: Mondadori
Anno: 2006
Prezzo: € 9.40
ISBN: -


Descrizione
:

Definire "pigro" un bambino significa non aver capito nulla di lui." Quello che spesso chiamiamo "pigrizia" è in realtà uno stato psicofisico che ha delle ragioni accertabili, molto simili a ingranaggi inceppati, ad anelli deboli della catena che regola il buon funzionamento della mente e del corpo di ognuno di noi. MeI Levine, esperto dei problemi dell'apprendimento, individua otto cause di scarso rendimento, e le illustra una per una con il racconto di un caso esemplare: disfunzione motoria; difficoltà di memoria a lungo termine; scarsa capacità di controllo dell'"energia mentale"; impulsività e frenesia sociale; inadeguatezza linguistico-espressiva; difficoltà di ideazione e di elaborazione di pensiero critico e creativo; problemi di organizzazione.

Copertina I bambini non sono pigri. Come stimolare la voglia di studiare

Autore: Christian Staquet

Titolo: ACCUEILLIR LES ELEVES. Une rentrée réussie et positive
Editore:Cronique Sociale
Anno:12/5/1999
ISBN: 2-85008-330-5


Descrizione:
Présentation de l'éditeur
L'accueil des élèves, à la rentrée scolaire, mais aussi chaque matin, c'est le début, l'introduction, l'instant privilégié pendant lequel tout va se mettre en place, les relations, les rapports de forces ou de respect. Toutes les cartes de visite vont s'échanger entre les élèves et avec leurs enseignants. Malheureusement ces présentations sont souvent négatives ou dénigrantes, par habitude ou parce qu'on ne sait pas comment faire autrement.
La proposition d'accueillir en positif va permettre aux jeunes de se présenter devant les autres d'une façon positive, de se connaître tous et toutes très rapidement, de prendre le temps d'exister et d'être acceptés dans leur nouveau groupe classe sans extorquer une reconnaissance par des jeux, des exclusions, des manipulations négatives ou violentes. Le projet d'accueillir les élèves génère ou renforce dans l'école la reconnaissance d'une culture positive et respectueuse de chacun et la prévention des relations violentes ou discriminatoires.
La première partie de ce livre est une réflexion personnelle pour que le lecteur clarifie et ose son propre projet d'accueil et envisage tous les aspects pour le réussir avec son équipe scolaire. La deuxième partie comporte, dans une démarche d'auto-formation et sous forme de fiches pratiques, le programme et les activités d'animation pour accueillir en positif les élèves qui entrent dans le secondaire, mais aussi dans le primaire et le maternel.
Ce livre est le fruit d'une expérience de longue durée de formation et d'accompagnement d'équipes pédagogiques en Belgique, en Suisse, au Luxembourg et en France.


Il testo è a disposizione del SSP, chiedere a Daniele Lucchini: daniele.lucchini@edu.ti.ch

Copertina ACCUEILLIR LES ELEVES. Une rentrée réussie et positive

Autore: Chiara Curonici, Françoise Joliat, Patricia McCulloch

Titolo: Des difficultés scolaires aux ressources de l'école : Un modèle de consultation systémique pour psychologues et enseignants
Editore
: de boeck
Anno: 2006
Prezzo: €. 23.28 ( www.amazon.fr )
ISBN: -


Descrizione
:

Cet ouvrage présente les fondements théoriques systémiques particulièrement pertinents pour comprendre, atténuer ou résoudre les difficultés d'apprentissage et de comportement dans le cadre de l'école. L'approche des auteurs repose sur le principe qu'un problème scolaire se construit essentiellement à l'école, notamment au travers d'interactions répétitives devenues infructueuses, voire nocives entre les acteurs du système scolaire et que, par conséquent, il est à traiter dans ce contexte qui lui donne sens. Dans cette perspective, une part importante, voire essentielle de la résolution du problème relève davantage de la prise en compte des processus interactionnel élèves-enseignants ou élèves-élèves que des particularités des sujets eux-mêmes. Les auteurs proposent une méthodologie de collaboration avec les enseignants permettant de redéfinir le problème scolaire en termes interactionnels et contextuels et de construire des solutions nouvelles, dynamiques et opérationnelles. De nombreux exemples de troubles d'apprentissage et du comportement, de problématiques liées à la migration, à l'enseignement spécialisé et aux relations famille-école illustrent l'application rigoureuse de cette méthodologie et la mise en pratique de cette approche en milieu scolaire. Ce mode de travail se fonde sur la conviction qu'au-delà d'un statut d'institution censée opérer une sélection entre les élèves, l'école peut également être le lieu d'expériences émotionnellement et socialement correctrices pour bon nombre d'enfants et d'adolescents en difficulté.

Copertina Des difficultés scolaires aux ressources de l'école : Un modèle de consultation systémique pour psychologues et enseig