Accesso


​​​​​​​​Parte teorica
L'impronta ambientale e lo sviluppo sostenibile



ip1.png  




Stiamo con​​tinuando a prelevare dal nostro pianeta più di quanto esso sia in grado di offrirci. Attingiamo sempre più voracemente alle sue risorse, e a ritmi sempre più frenetici. Consumiamo troppe materie prime, inquiniamo troppa acqua, peschiamo troppi pesci, mangiamo troppa carne, abbattiamo troppi alberi, produciamo troppa anidride carbonica. Se le risorse della terra dovessero finire?

Allarme lanciato da WWF 8.2014



La domanda conclusiva è un'ipotesi che per fortuna non è ancora realtà ma che presto lo potrebbe diventare. Ti sei già chiesto a quanto ammonta il tuo consumo di risorse in rapporto a quanto la Terra riesce a generare? Questa è l'impronta ambientale o foot print in inglese.

Dato che il pianeta Terra è uno solo l'uomo dovrebbe essere in grado di svilupparsi in modo che le risorse utilizzate non siano maggiori di quante quello che si sono rigenerate e permettere alle generazioni future di svilupparsi. Detto anche sviluppo sostenibile. Attualmente però l'impronta ambientale di tutta la popolazione mondiale ammonta a 1.4 pianeti[1] mentre noi svizzeri ne utilizziamo 2.8, peggio l'America che ne utilizza ben 5.

Fino al 1970 la sostenibilità era garantita, siccome l'impronta arrivava a 1, da quel momento in poi i valori si sono elevati in maniera incontrollato, come dimostra questo grafico preso dalla trasmissione “Scala Mercalli"[2] :

Immagine 1: l'evoluzione dell'impronta ambientale mondiale

ip2.jpg  


Fonte: « Scala Mercalli », RAI3, 28​ febbraio 2015 (la trasmissione in streaming non è più disponibile)


A titolo di paragone vediamo i paesi quanto consumano:


Immagine 2: impronte ambientali a confronto​

globalfootprint.png  


Il grafico sta a indicare che se tutti i paesi vivessero come gli americani sarebbero necessari 5 pianeti terra, quando il nostro bel mondo è uno solo: INSOSTENIBILE, SCARSITÀ, DOMANDA GLOBALE MAGGIORE DELLE DISPONIBILITÀ. Sono queste le parole chiave che descrivono bene la situazione.

Per i dati aggiornati rimando al seguente link.


Una buona qualità di vita può essere mantenuta preservando l'ambiente, altrimenti si mette in pericolo la biodiversità, oltre che la carenza di cibo, acqua, energia, una maggiore frequenza di catastrofi naturali e a un cambiamento climatico accelerato.

Per questo motivo è importante che la nostra società intraprenda con più decisione uno sviluppo sostenibile, che secondo la definizione del programma delle Nazioni Unite per l'ambiente prevede “uno sviluppo in grado di assicurare il soddisfacimenteo dei bisogni delle generazione presente senza compromettere quelli delle generazioni future di realizzare i propri"[2]

Per questo motivo è molto importante che i processi di produzione vadano nella direzione di essere il più possibile rispettosi verso l'ambiente. Riciclo, produzioni meno inquinanti, possibilità di rigenerazione delle risorse utilizzati sono dei punti cardini di questo sviluppo futuro. Come già detto il target dell'impronta ambientale dovrebbe arrivare a 1.

Vuoi sapere a quanto ammonta la tua impronta? Vai su www.footprint.ch

Quali sono i macroelementi che determinato il risultato finale? In particolare vanno menzionati:

  • Mobilità;
  • Abitazione;
  • Alimentazione;
  • Utilizzo energia;
  • Riciclaggio;

Per migliorare questi aspetti vedi le altre schede tecniche.



[1] Fonte: www.onu.org
[​2] Fonte: www.footprintnetwork.org